Detrazioni fiscali: Building Automation – Le novità dell’autunno 2016

Detrazioni fiscali del 65%

Building Automation - detrazioni fiscali

Dal 6 settembre 2016 è possibile inviare all’ ENEA le domande per accedere alle detrazioni fiscali del 65% per interventi di Building Automation.

La Legge di Stabilità 2016 ha infatti esteso gli sgravi fiscali anche alle spese sostenute per l’acquisto, l’installazione e la messa in opera di “dispositivi multimediali per il controllo da remoto degli impianti di riscaldamento, produzione di acqua calda e climatizzazione nelle unità abitative”.

A tal proposito, ENEA ha fatto chiarezza su quali dispositivi multimediali sono incentivabili (escludendo telefonini e tablet) e ha prodotto la guida “Vademecum  per l’uso: Building Automation“, di cui di seguito vengono riportati alcuni punti salienti.

L’immobile che può accedere alle detrazioni deve:

  • essere “esistente”, ossia accatastato o con richiesta di accatastamento in corso, alla data della richiesta di detrazione
  • essere in regola con il pagamento di eventuali tributi
  • essere dotato di impianto di riscaldamento.

L’intervento deve configurarsi come fornitura e messa in opera nelle unità abitative di dispositivi che  consentano  la  gestione  automatica e  personalizzata  degli  impianti  di riscaldamento o produzione di acqua calda sanitaria o di climatizzazione estiva, compreso il loro  controllo  da remoto  attraverso  canali multimediali,  eseguito  indipendentemente dalle installazioni e sostituzioni di impianti di climatizzazione invernale.

I dispositivi devono:

  • Mostrare i consumi energetici attraverso canali multimediali, comunicando periodicamente i dati, così come le condizioni di funzionamento e la temperatura di regolazione degli impianti
  • consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

Gli interventi che possono essere oggetto  di agevolazione sono la fornitura e la posa in opera  di  tutte  le apparecchiature elettriche,  elettroniche  e meccaniche, così  come  di quelle elettriche e murarie necessarie per l’installazione e la messa in funzione di sistemi di building automation degli impianti termici all’interno degli edifici.

Per il dettaglio della documentazione da presentare è possibile collegarsi al sito web:

http://efficienzaenergetica.acs.enea.it/

fonte: www.impiantialivelli.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *